DKV BOX EUROPE: Iniziata la fase pilota in Italia

 
 

 

A breve anche la rete autostradale italiana sarà compatibile con il dispositivo EETS di DKV, che conta già 10 sistemi di pedaggio europei

 

Con effetto immediato, DKV Euro Service inizia in Italia la fase pilota per la sua soluzione di pedaggio a livello europeo, il dispositivo DKV BOX EUROPE.

Con il DKV BOX EUROPE e il DKV BOX ITALIA, il fornitore di servizi per la mobilità amplia la gamma di prodotti per i propri clienti che potranno comodamente pagare i pedaggi autostradali italiani ed europei senza contanti, attraverso due prodotti box proprietari dedicati ai veicoli oltre le 3,5 tonnellate.

“Il lancio della fase pilota del DKV BOX EUROPE anche in Italia, è per noi un passo cruciale. L’Italia ha una delle reti autostradali a pedaggio più importanti d’Europa”, afferma soddisfatto Jérôme Lejeune, Managing Director Toll di DKV Euro Service. “Attualmente gli autotrasportatori possono già utilizzare il DKV BOX EUROPE per pagare i pedaggi senza contanti in Germania, Belgio, Francia, Austria, Spagna, Portogallo, Bulgaria, ma anche al tunnel di Warnow, al tunnel di Herren e al Liefkenshoektunnel. Aggiungendo la rete italiana, presto copriremo l’undicesimo sistema di pedaggio pagabile con un unico dispositivo. Con l’Ungheria e la Svizzera, intendiamo offrire ai nostri clienti un totale di 13 sistemi di pedaggio entro la metà di quest’anno”.

“Desideriamo ringraziare l’Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori, AISCAT, e ci auguriamo una collaborazione di successo” aggiunge Marco Berardelli, Managing Director di DKV Euro Service Italia.